L’avocado fa parte degli alberi da frutto appartenenti alla famiglia delle Lauracee. Ha origine in una zona compresa tra le montagne centrali e occidentali del Messico, il Guatemala e le coste dell’Oceano Pacifico in America centrale. Nonostante si tratti, quindi, di una pianta estera è possibile coltivarne in frutti anche in Europa e in Italia, soprattutto nelle zone meridionali grazie al clima mite del Mediterraneo.

Coltivazione dell’avocado

L’avocado può essere coltivato sia a livello domestico, sia a livello professionale a partire dal seme, che bisognerà estrarre dal frutto e lasciarlo radicare con la punta verso l’alto in acqua.

Una volta che le radici si saranno sviluppate, si potrà trapiantare in un terreno ben drenato ottenendo, alla fine, piante rigogliose e frutti sani e genuini!

Il clima richiesto dall’avocado è tropicale o sub-tropicale, con temperature comprese tra i 26°C e i 29°C, dato che non resiste al freddo e ai 4°C.

Le piante devono essere posizionate in zone soleggiate.

Il momento migliore per far germogliare il seme di avocado è durante la primavera, in modo che la pianta si formi per bene con temperature esterne non inferiori ai 16°C.

Proprietà e benefici dell’avocado

Come tutti i frutti tropicali, anche l’avocado presenta principi nutritivi importanti per l’organismo che, se assimilati con costanza e parsimonia, possono apportare numerosi benefici.

In linea di massima, 100 gr di avocado contengono:

  • 231 kcal
  • 4,4 gr di proteine
  • 23 gr di grassi
  • 2,5 gr di grassi saturi
  • 18,3 gr di acidi grassi monoinsaturi
  • 1,4 gr di acidi grassi polinsaturi
  • 1,8 gr di carboidrati
  • 1,8 gr di zuccheri
  • 3,3 gr di fibre

 

Per quanto riguarda, invece, i vantaggi provenienti dalla sua assunzione è possibile sottolineare che:

  • Riduce i livelli di colesterolemia e colesterolo LDL (ovvero cattivo) grazie alla presenza di acidi grassi monoinsaturi e favorisce l’aumento del colesterolo HDL (cioè buono);
  • Diminuisce l’insorgere del cancro per via delle molecole bioattive;
  • Evita lo sviluppo della sindrome metabolica, una patologia che riscontra iperglicemia, dislipidemie e ipertensione attraverso i MUFA;
  • Incentiva il transito intestinale e migliora i livelli di zuccheri e grassi nel sangue grazie alla buona percentuale di fibre contenute al suo interno;
  • Si rivela un valido antinfiammatorio per via di vitamine, minerali e molecole antiossidanti riducendo la contrazione di malattie;
  • È una fonte ricca di micronutrienti quali vitamina A, vitamina C, ferro, potassio, calcio e magnesio.

Usi dell’avocado in cucina

L’avocado può essere servito in tavola al naturale, semplicemente tagliato a fettine oppure riempiendo il solco lasciato dal nocciolo con salse particolari e gustose! In alternativa, è un ottimo ingrediente base per insalate fresche e leggere. 

Per chi ama dilettarsi tra i fornelli, l’avocado può essere utilizzato per la preparazione del guacamole, il piatto più caratteristico del Messico, che consiste in una salsa realizzata con cipolle, peperoncino, spezie e succo di lime, spesso accompagnata con le tortilla e non solo, dato che le ricette che prevedono l’avocado sono davvero numerose:

  • Couscous con avocado, senape e timo
  • Zuppa di cetrioli e avocado servita fredda
  • Vellutate di avocado
  • Toast con uova e avocado
  • Insalata di arance e avocado
  • Sushi a volontà!

Curiosità sull’avocado

L’avocado nasconde delle peculiarità interessanti e delle curiosità davvero divertenti; innanzitutto, viene chiamato anche “pera alligatore” e gli Aztechi gli attribuirono fantastiche proprietà afrodisiache, tanto da soprannominarlo “ahuacati”, cioè “testicolo”. 

Esattamente come la pelle umana, anche la buccia dell’avocado tende a scottarsi se esposta eccessivamente al sole. 

La sua polpa è un ottimo ingrediente per realizzare maschere di bellezza da applicare sul viso per combattere gli inestetismi e i segni dell’invecchiamento. 

Infine, dal seme dell’avocado si possono ottenere delle deliziose piantine ornamentali anche in casa, con le quali decorare il salotto o la cucina.